Umarell

Immagina Festival 2021, il Silenzio

Immagina Festival è un invito al viaggio, attraversando un tema tra le storie illustrate. Una intera bibliografia ed eventi dedicati al Silenzio.

Ora Ti invito a pensare per un momento al silenzio. Cosa ti viene in mente? Hai un’idea positiva, neutra o negativa?

Il silenzio è un concetto complesso.
John Cage che, fece del silenzio la sua musica, concluse: il silenzio non esiste, accade sempre qualcosa che produce suono. Questo qualcosa è il fatto stesso di essere vivi. Il silenzio ha tante forme che riguardano il suo tempo e il suo spazio. Con il silenzio si può generare dialogo, poesia e oblio, un solo ingrediente in grado di costruire ponti o gettarti nel più profondo abisso.

Il cuore pulsante di IMMAGINA 2021 è stata la Chiesa di San Cristoforo che ha ospitato la bibliografia sul Silenzio. Nella grande navata centrale si potevano consultare i libri selezionati organizzati per scoprire la tematica nei suoi molteplici risvolti.

Se si socio di IMMAGINA puoi trovare tutta la bibliografia e i contenuti speciali a questo link.

Abbiamo scelto 50 libri illustrati per parlare di silenzio. Tra i titoli molti erano senza parole: “un libro senza parole è un luogo silenzioso dove le voci squillanti dei lettori possono risuonare liberamente, o anche uno spazio tranquillo per segreti bisbigliati, per contemplazioni pazienti, per attese o ritrovamenti miracolosi o muti stupori, come nel tempo meridiano detto della “controra” estiva. — M. Terrusi

Diamo i numeri

La sede principale del Festival è stata la chiesa di San Cristoforo. La Biblioteca Civica Agorà ha ospitato gli incontri, conferenze e laboratori. Gli ingressi sono stati conteggiati puntualmente arrivando a un totale di 2.593 ingressi. Un risultato al di sopra di ogni aspettativa visti i limiti imposti dal contesto pandemico, il periodo estivo e la contrazione degli spazi espositivi.

Ingressi unici 2506
Partecipanti a eventi 168
Volontari 25

Abbiamo fatto tante cose

Gli ospiti di IMMAGINA 2021

Guido Scarabottolo
Illustratore, grafico e designer italiano. Ha lavorato con moltissimi editori, la RAI, le principali agenzie di pubblicità e le maggiori aziende nazionali e internazionali. È stato di grande sostegno per l’edizione 2021 del Festival con la mostra dedicata al suo lavoro e l’immagine che ha dato forma al Silenzio.
Riccardo Falcinelli
Graphic Designer e autore di importanti saggi dedicati ai temi della comunicazione visiva come “Guardare, Pensare, Progettare”, “Cromorama”, “Critica portatile per il Visual Design”. A Immagina ha presentato il libro “Figure”, un dialogo con l’autore per imparare a guardare, ragionare e scoprire i meccanismi delle immagini.
Rosa Tiziana Bruno
Sociologa e insegnante, è autrice di saggi sull’educazione, racconti fiabeschi e romanzi. Si occupa di formazione docenti e conduce ricerche scientifiche sulla didattica narrativa. Con Immagina ha organizzato un incontro per parlare della necessità di creare un habitat sostenibile e nuove forme di relazioni fra uomo e natura, tutto questo è racchiuso nel suo libro ‘Educare al pensiero ecologico’.
Silvana Sola
Docente e studiosa di letteratura per ragazzi, e tra le fondatrici della libreria per ragazzi Giannino Stoppani e del Centro Studi Accademia Drosselmeier di Bologna. Con Immagina ha tenuto diversi incontri di formazione dedicati ai temi del Silenzio e della Diversità.
Libri Finti Clandestini
Libri Finti Clandestini è un collettivo cosmopolita e beffardo formato dagli artisti El Pacino, Aniv Delarev e Yghor Kowalvsky. Lo scopo del collettivo è quello di realizzare veri e propri libri usando unicamente carta trovata in giro e di scarto. Con Immagina ha organizzato vari workshop per apprendere le tecniche più curiose per la costruzione di un libro.

Ah! Un’ultima cosa

Se siete venuti a IMMAGINA e vi è piaciuto, o se guardando i nostri social o questo sito pensate che tutto questo sia bello beh, lo si deve ai tantissimi volontari che si dedicano a questo progetto con grandissimo entusiasmo.

A loro va un immenso grazie! Se vuoi aiutarci anche tu ci sono tanti modi per farlo, primo tra tutti quello di diventare socio dando un sostengo all’associazione e a tutti i suoi progetti.